Archivio della categoria: alla luce del sole

A bordo di una barca mentre il mare prende fuoco.

Vocaboli, poesie, semi di un domani scompaiono, la giostra continua a girare nell’apparente ornare. Donare, tempo passato, sipario occultato. Precipitare, conseguenza dell’incessante penetrare. Andare, montare tende, sviare l’attenzione dalle reali cause. Minerali preziosi, povero uomo credeva essere al di sopra dell’animale coscienzioso. Nei periodi di maggiore oscurità, l’uomo si è sempre affidato agli animali. (Onirico Villa Bellini) / Sicilia Visionaria Sala Consiliare

tutto è in mutazione

onirico villa bellini

piccoli soli d'argilla cortile delle nevi respiro mediterraneo

The Courtyard of Dreams

Un buongiorno scivola dentro una goccia di tè, molliche animano altri tempi. Palazzo Speciale Catania Metropoli del Melograno.

Cortile dei Sogni Palazzo Speciale Catania

Chiesa San Gaetano alle Grotte Sant'Agata

Collage: Ogni pietra ha la sua storia, ermetica respira lentamente tra suoni e odori. Il racconto è assai antico, bisogna farsi reperire dalle giuste immagini, sintonizzarsi, avere a cuore i passi della preghiera. Sant’Agata, Chiesa di San Gaetano alle Grotte.

collage piazza giovanni verga catania

Matrix Piazza Giovanni Verga – Via Giordano Bruno, Via San Gaetano alla Grotta, Via Santa Maria di Betlem. Banche di Memoria, Regno di Mia.

Metropoli del Melograno: Via Santa Maria di Betlem, Chiesa di San Gaetano alle Grotte

Living Sicily Contemporary Art

Time

Oasi di Mosè

Comunità Agricole Catania

Terre di Mosè

Ci sta sfuggendo il tempo del Rimedio. Terre di Mosè/Oasi del Simeto

Alice: “Per quanto tempo è per sempre?” Bianconiglio: “A volte, solo un secondo”. (Lewis Carrol)

astral corridors

villaggio del recupero

pensieri notturni

Respiro in simbiosi con le onde. Luna nuova, cielo rosa, aria di purezza e poesia. Dicono sia incredibile una terra come la Sicilia non possa godere di un polmone consolidato nell’architettura del verde urbano. Corridoi astrali

the imaginary park

Non mi dite che non ci siano responsabilità terrene che non conoscano il futuro!

respect planet imprints sicily

Lontano dai fuochi d’artificio, Oasi del Simeto. Catania – Credo che innaffiare gli alberi in città sia un passo avanti. Autobotti comunali, anche i vigili del fuoco potrebbero la notte contribuire alla salvaguardia. Le due fontane di Piazza Giovanni Verga, due sculture di marmo, le vasche erano sprovviste di acqua, pensavo ninfee e carpe, edera dentro il Parco Immaginario, Visione che tutto salva.respect planet cerchi d'oro casa museo sotto l'etna

Centrali del Latte. Emergenza Rifiuti non viene presa in considerazione. Riutilizzo, contribuisce non solo ecologicamente. Siamo piombati in un mondo di aperitivi e aria sempre più malsana, l’armonia risiede nel verde, nella terra e in tutti gli elementi.

Nuova Era

Mi avevano raccontato di un parco bellissimo, ma non credevo fosse così bello. Catania, Madre Teresa di Calcutta

Mi avevano raccontato di un parco bellissimo, ma non credevo fosse così bello. Catania, Madre Teresa di Calcutta

Imprints of peace

Madre Terra

Fontane attendono, Terra scioglie. I Malavoglia, Piazza Giovanni Verga - Catania / Parco Sottratto

Fontane attendono, Terra scioglie. I Malavoglia, Piazza Giovanni Verga – Catania / Parco Sottratto

Quando è la natura a chiederci riposo. Ricordiamoci dove siamo, rispettiamo casa, sentire elementi presenti, vento narra, silenzio è un dono, onde, suono. Urge differenziata

the king of slowness

pietra accoglie vita mondo primitivo playa catania

pietra accoglie vita mondo primitivo

Senza agitazione galleggiamo in prossimità soluzione, semplicemente pane e passaggi. Avevo un pianoforte, mi piaceva viaggiarci attraverso il dono che il suono faceva alle visioni, poi un giorno tornato da scuola (elementari) entrato nel salotto tutto scomparve. Risveglio, ogni singola parola ha il peso che alleggerisce il cuore. Famiglia, non credo sia eccessivo quando si parla all’ombelico, luogo che riporti all’essenza di quell’antico essere.

basilica del carmine catania piazza carlo alberto

basilica del carmine catania