Archivio tag: consciousness

Giorni di Silenzio

imprints of peace sicily needs love arte involontaria

Etna respect planet oasi playa catania visionaria sicily needs love

Duomo Catania Sicily needs love

Etna Continua Mutazione. Discorsi Assenti, Parole Baciate, Saluti Confusi. Sorseggio del passo, spinta del suolo, scende la pressione, solleva il peso.

sant agata libererà il suo popolo giorni di silenzio

sant agata mezzanine living

oasi playa imprints art vibrant world sicily contemporary artist

oasi della playa catania riscatta piana presidente Mia

società alla deriva catania visionaria fantasia contemporanea borboni in sicilia

guarigione terre di martorina accompagna sogni arte involontaria museo dello spazio catania

riflessioni connesse mezzanine living

primo ingresso cattadrale sant'agata catania needs love

uso e riuso della materia riscatta piana

scala di cristallo altalena guarigione equilibrio living mezzanine

basilica del carmelo giorni di silenzio sant'agata 2022 catania visionaria arte involontaria 1mqdb

mezzanine living equilibrio della forma

uso e riuso della materia particella omaggio al papa arte involontaria casa museo sotto l'etna

il terzo fiore chiesa del Monserrato sant'agata libererà il suo popolo

museo dello spazio rispetto pianeta

piazza abramo lincoln uso e riuso della materia

memoria del seme filosofia contemporanea 1mqdb dattereto arte involontaria

Ombelico – Oasi Playa – Catania Archi – Sant’Agata – Legni di Mare – Armonia – Statua Borbonica – Guarigione – Presepino e altro – Primo Ingresso – Vetro, Cattedrale del Riciclo – Nido – Basilica del Carmelo, Piazza Carlo Alberto – Equilibrio – Frammento Omaggio al Papa – Chiesa del Monserrato – Museo dello Spazio – Riflessione – Memoria Seme.

L’uomo deve tornare a nutrirsi di consapevolezza

Homero Gòmez González, signore delle farfalle venne assassinato, uno dei tanti guardiani che sono scomparsi nell’indifferenza. O ci si sveglia o tutto diverrà vano. Sant’Agata libererà il suo popolo, il Pianeta non ha bisogno di ponti, metropolitane, autostrade, oggi ha bisogno amore, rispetto. L’uomo deve tornare a nutrirsi di consapevolezza. Inutile tutto se partendo dai beni di prima necessità come l’acqua, l’ossigeno siano boicottati per interessi economici. Niente è un caso. La nostra città è stata risparmiata dalle fiamme, mentre c’è chi ancora festeggia con fuochi d’artificio, minuscoli esseri, insignificanti forse per qualcuno volavano carbonizzati privi di vita. Questo mondo non mi appartiene, questo pensare è distruggere, non essere degno del dono. Nelle scritture si evince che presto ci sarà il giorno del giudizio, tutto sembra seguire un disegno, desidero disubbidire all’uomo che tale non è. Redditi di cittadinanza per distruggere la realizzazione, il fallimento della risorsa umana. Tutti siamo chiamati a divenire guardiani, proporre il nuovo è compito contemporaneo. Rimboschimento, basta cemento, asfalto, basta sfruttamento delle risorse, bisogna nell’immediato dare un riutilizzo al rifiuto. Sembrano invisibili le navi che partono a intossicare lontano da noi cariche della nostra leggerezza, montagne scompaiono per fare spazio a discariche. L’obbiettivo di rendere il presente fatto di alcolisti è sotto gli occhi di tutti. Il mondo sta andando a fuoco, le vallette, i personaggi precostruiti appartengono al teatro del delirio. Dobbiamo riconoscerci al più presto.

presidente mia playa catania

Non mi documento, ho sempre visto aldilà dell’ombrello.

The Royalty of Mother Earth

“CERCHI D’ORO AMO/RE AMOTE” LA PERFORMANCE D’ARTE E MODA PER UNA RINASCITA SPIRITUALE COLLETTIVA

Piccoli Prodigi - Platani Villa Bellini mozzati in serie Vivono di Speranza. Il Giardino dentro il giardino

Piccoli Prodigi – Platani Villa Bellini mozzati in serie Vivono di Speranza. Il Giardino dentro il giardino

CATANIA – “La moda a servizio della natura”. Questo il liet motif del concept event “Cerchi d’oro Amo/Re AmoTe” che Giovedì 17 Settembre, alle ore 19.00, vedrà sfilare l’esercito della bellezza di oltre 69 modelle, con capi realizzati per l’occasione dai talentuosi stilisti della Maison Du Cochon e della cattedra di Storia del Costume per lo Spettacolo dell’Accademia di Belle Arti di Catania, capitanato da Liliana Nigro, da Palazzo Grimaldi nel cuore di piazza Giovanni Verga percorrere tutta la piazza per una catarsi spirituale che vedrà tra l’indifferenza della quotidianità abbracciare gli alberi e quel che resta della natura tra smog e frenesia di un mondo votato al lavoro e alla solitudine sociale. “Un evento pensato e creato in tandem da Liliana Nigro e Claudio Arezzo di Trifiletti- dichiarano gli organizzatori del primo evento siciliano dedicato alla moda e alla natura nel caos cittadino metropolitano- dove un simbolico e virtuale abbraccio come un cerchio d’oro sarà il segno di un binomio indissolubile che affonda le radici nell’amore e fa risuonare nel vento la voce della natura che chiama ed urla la nostra presenza per la costruzione di un domani a misura d’uomo”. Ritornano di nuovo protagonisti tutti gli alberi, già simbolo di una precedente performance artistica realizzata da Claudio Arezzo di Trifiletti, dipinti con dei cerchi d’oro come inno alla vita. Backstage dell’evento l’esclusivo giardino di Palazzo Grimaldi offerto da Enrico Grimaldi di Serravalle.

Elisa Guccione (SICILIANPEOPLE)

manifest

Partire da un punto imprevedibile, tirarne fuori un mondo. Essendo entrati nella V dimensione, i doni presenti in ognuno di noi si manifesteranno senza alcuna tecnologia. La rete 5G non è altro che una sperimentazione per detenere ancora il potere, l’assoggettamento. Mi dispiace non sono un complottista, se la natura si ribella il motivo è semplice, lasciate stare gli alberi, basta trivellare il pianeta, non vi mettete in testa di colonizzare altre galassie, non uccidete il mare, e col tempo tutto ritornerà a splendere per come nemmeno potete immaginare. P.S.: Un consiglio, spegnete le televisioni, sintonizzate musica 432 Hz. L’evoluzione spirituale potrà davvero rivoluzionare questo mondo di bene.

In memoria di tutte le storie vittime di falsi suicidi - carta del panificio riciclata.

In memoria di tutte le storie vittime di falsi suicidi – carta del panificio riciclata.

A volte il vento mi parla, mi riporta occhi che conosco, riconosco la loro colpa, nell’essere state vittime di una pellicola sbiadita. Pace