Archivio tag: contemporary artist

happy Island

Isola Felice 188/15 cm. – Mi difendo dipingendo, metto ordine pregando, mi nutro di bellezza e armonia, intorno silenzio cosmico condivide suono. Dovremmo spegnere i motori per tornare a sentire il pianeta che ci regge, il dolore che provano i vulcani, il poco rispetto che ancora oggi la politica riserva nei confronti del mare. Cerco dare da mangiare a Bud, briciole di biscotti, gli piacciono tanto. Seguendo le mutazioni del pensiero, una cena potrebbe durare il tempo di una pillola. Il futuro (presente) non è un centro commerciale a cinque piani, ma un bosco che possa raggiungere le vette più alte del cielo.

Big Ben

acrylic england big ben connection sicily needs love imprints of peace london social contemporary art

 

Visione 12/78 cm. Soddisfazione, realizzazione, vento soave, vita regale. Alla nascita della luce, il buio non venne invitato, rallegrato il timore la notizia arrivò al soldato. Trombe e spade si misero in cammino a seminare terrore per il nuovo arrivo, solo coloro che l’ospitavano da tempo fecero un sospiro per quel bambino. Prodigio in terra, non si può arrestare la primavera.

Salamander

salamandra acrylic claudio arezzo di trifiletti living

Salamandra – Nei legni di mare trovo la forza, la voglia di non lasciarsi andare, resistere per riconquistare. Posizione regge realizzazione, frazione di memoria messa in salvo. (Diario di una mente connessa)

Artist studio house

casa museo sotto l'etna MIa

contemporary artist in sicily

sicily contemporary artist

Archivio Fotografico Alessandra Saccà +39 339 5384815 www.alessandrasacca.com

arte involontaria

un metro quadrato di bosco spazio zero

corpi d'argilla dipinto d'oro

claudio arezzo di trifiletti spazio fluido

Creazioni Future – Il non essere accettati resta un problema di chi non accetta. In riva al mare, confondo il mio pensare, saranno fiori o foglie, riconosco l’odore delle onde. Mia mi guarda, ha un bastone in bocca, emette suoni che ricercano attenzione. Il tabacco sembra non placare l’esigenza di respirare. Sole, sabbia, oceano, cielo infinito all’orizzonte. Seduta Mia, simbiosi universale dell’affetto, unione di più sentimenti. Molo di Levante, in te si infrangono le medaglie. Amicizia delle stelle, che di giorno sembra niente, tutto vive anche nell’invisibile sentire. Salute al lato sinistro, perché il destro sia saluto al Divino che incontro. Meccanica di un distintivo, prende ordini da un protocollo nel cassetto della causa. Parole astratte e lente prendono tempo per varcare lo spazio, dettato delle impronte. Manifesto verde urbano, rinascita spirituale, riconoscenza della vita, pranzo della sera. Caos prefabbricato non regge al flusso del panettone.

Casa Museo Sotto l’Etna

mediterranean artist

cerchi d'oro piazza giovanni verga Mia

dreams imprints art

gold threads

Fili dipinti, tracciati da un susseguirsi di eventi che tengono in mano un semplice pennello, che precedentemente studiano, ricercano una composizione che vale più dell’oro, perché dentro quel colore c’è un percorso. Portare un messaggio, l’arte non cerca visibilità.

nausea

Hanno reso tutto così complicato per poterci imbrogliare, coloro che detengono il potere appartengono a sottomissioni di volere. Il pensiero alla base è la regressione, il controllo della generazione, se si vuol liberare questa realizzazione, bisogna semplificare l’azione. Autorizzazioni, certificazioni, avvelenamenti al costo dell’elezioni. Usciamo dalle tenebre, impediamo che ci sottopongano al 5G, sotterriamo questo presente che ci riserva una mente che mente. In verità ho la nausea per tutta la falsità che oggi si respira senza libertà. Contamina senza pietà, anche l’anima che sollievo ha.

poetic world

Perché l’oro non è solo oro, e la vita non è per come la raccontano. Il mondo ha bisogno d’amore, questa tecnologia suscita timore. L’uomo nasce con dei doni, siamo continua scoperta, la chiocciola è ricerca.

Buona Notte, Piccoli Mondi di Speranza

Buona Notte, Piccoli Mondi di Speranza

Quanta inutile tecnologia ci sta inginocchiando, ho assistito a moltissimi miracoli, senza che nessuno gli prestasse attenzione. Mondo bizzarro, uomo senza memoria ne timore, emozione frizza dentro bottigliette sigillate con scadenza codice a barra. Anime belle, ancora esistete, siete solo assopite da luce apparente. Sognare per guarire questo mondo dal disaccordo. Rivelazione anime libere dalla prigione. Raggio di luce, sottile suono, rinnovato sacrificio porta beneficio, senza artificio. Presente lo conosco da sempre, non mi sento assente, se solo venissi ascoltato, tutto questo potrebbe essere dimenticato. Tempo slittato, file al supermercato, sarà tutto vano perché non rimediato. Mia è la mia guida, ed io so di poterci fare affidamento. Pentimento, una città che non riconosce giuramento. Suonano le campane, sento la nota, l’ascolto, l’accolgo come un battito di speranza.

A square meter of forest

Sentono, ascoltano, attraverso il lento movimento delle foglie raccontano. Terra trasforma, respira un mondo, memoria cosmo, silenzio nutre, intona fioritura.

Difficile spiegare, non è facile trovare le parole, chi si avvicina si affida se desidera cambiare. Tutto è scritto, l’amore è in grado di fare prodigi, chi conosce non può fare altro che sperare.

The Unknown Eleven

Gli Artisti Sono segnali da seguire (2012)

Gli Artisti Sono segnali da seguire (2012)

L’Incognita dell’Undici

Tempo, mistero, imprevedibile sentiero, preghiera dei saggi accompagna il passo. Un’antenna riceve messaggi, ripetitore d’alchimia. Allungato il sentiero, riscoperto un forno, ascolta musica celestiale, un borgo custodisce antiche primizie, canto tossisce nascita. Una mollica attira l’occhio di un passerotto, un passerotto scorge un passante osservare il rosso di una coccinella. Onde, flussi di energie s’incontrano, completano, perdonare è l’andare, oltrepassare il sipario, vittime e artefici ci ritroviamo. C’è un undici dopo il dieci, ribellarsi a tutte le barriere che dividono. Un giorno potremmo raccogliere pomodori da una piazza, vedere nascere un cavolo sotto l’antico albero, sentire l’odore delle rose in mezzo al traffico degli odori.

La Tabellina dell 11 (2008)

La Tabellina dell 11 (2008)

The moon inside the heart

La luna nel cuore

La luna dentro il cuore

passaggi d’autore

Mondi raccontati alla luce del sole

dimensione minimale

psicofantasy mezzanine living