Archivio tag: Mittelmeer

A bordo di una barca mentre il mare prende fuoco.

Vocaboli, poesie, semi di un domani scompaiono, la giostra continua a girare nell’apparente ornare. Donare, tempo passato, sipario occultato. Precipitare, conseguenza dell’incessante penetrare. Andare, montare tende, sviare l’attenzione dalle reali cause. Minerali preziosi, povero uomo credeva essere al di sopra dell’animale coscienzioso. Nei periodi di maggiore oscurità, l’uomo si è sempre affidato agli animali. (Onirico Villa Bellini) / Sicilia Visionaria Sala Consiliare

tutto è in mutazione

onirico villa bellini

piccoli soli d'argilla cortile delle nevi respiro mediterraneo

La Talpa dai Lingotti d’Oro (Fantasy)

Il cuore delle montagne rischiava essere trafugato, tutti andarono a riporre i propri risparmi d’oro dentro la violenza subita nell’isola, avevano compreso il magnetismo di quel prezioso, e da quel momento iniziò una nuova era. (Sicilia Visionaria) / Ne sarei molto grato se il comune accogliesse in adozione Statua Semenza, la considero Benedizione della Casa, della Natura. Spero un giorno, la Villa possa tornare come un tempo, Accogliere senza mai chiedere. Un Polmone, un Nido di tante specie di animali, che possano tornare gli amati Cigni e i pesci dentro le fontane. Un Nuovo Giardino possa Nascere dentro l’attuale, ancora più Popolato di Alberi, che possa Risorgere per il Mondo Intero. (Pace) / Om Shanti

Villa Bellini Catania Visionaria (1mqdb)

Villa Bellini Catania Visionaria (1mqdb)

Le Buste del Mercato Hanno Consistenza Umana

Le mie pietre, i miei ricordi cortile delle nevi arte involontaria

Le mie pietre, i miei ricordi

Mc Intosh – Quando si arrivava al locale, le luci erano soffuse, intravedevi i ragazzi delle pulizie che profumavano gli ambienti, il locale era un insieme di eleganti salotti adornati da lumi e piante tropicali. Salutavo i titolari e il direttore, che risiedevano per lo più in direzione, era la parte del locale più riservata. I barman sistemavano con dedizione bottiglie, bicchieri, frutta e fiori, accorgimenti di un grande sogno partorito da due fratelli: Enzo e Paolo (Aronica). L’eleganza era strabiliante, la classe si riversava senza osannare gloria, tutti erano presenti, era un vivaio, un laboratorio, una palestra di vita, ma soprattutto una grande famiglia. Il direttore era il Mitico Pippo Spampinato, raccontava sempre del suo amore per il Brasile, delle sue esperienze lavorative. Ogni persona che lavorava all’interno del locale aveva parecchio da raccontare. Goffredo, era il responsabile della reggia, il ritmo diveniva poesia, tutti si muovevano con quel Rock. Giovanni (Giovannone), iniziava a scaldarsi la voce richiamando al microfono chi prima gli passava per il cuore: Vecchio portami una sigaretta! Maurizio era il professionista del suono, poi c’era Carmelo, l’addetto alla sicurezza: ogni sua mano credo abbia conosciuto molti volti di quelli che si atteggiavano a malandrino. Chi faceva parte del locale, era il locale, significa che quando era aperto eri lì, apprendevi molto in quelle mura. La gente veniva per divertirsi, e anche chi ci lavorava ci lavorava con meno sforzo, nonostante gli orari a volte fossero massicci. Era un altro mondo, i bar restavano aperti h24, la moda aveva modo di comunicare, e la gente aveva sempre qualcosa di cui parlare. Dovrebbero farci un film su quel locale! (Anni Novanta)

1 Le buste del mercato hanno consistenza umana Claudio Arezzo di Trifiletti

2 Le buste del mercato hanno consistenza umana Claudio Arezzo di Trifiletti

3 Le buste del mercato hanno consistenza umana Claudio Arezzo di Trifiletti

Fiera Cuore Pulsante – Sto facendo essiccare una zucca che possa dare vita ad un noce. Arte fedele compagna, sentiero dell’impossibile reso accessibile. (Amos)

Amos Essiccazione di una Zucca Ricerca Arte Involontaria

Piccoli Soli d’Argilla Custodiscono Semi

Argilla cruda da sfera di preghiera si trasforma in giardino immaginario. Satellite, stella di un tetto che dorme dentro un Manto di Custodia. Semi parlano con la luna, conosciuto il colore come veste di un’esperienza. Incastonati da pensieri, esprimono pace e armonia, si rielaborano nella geometria. Assorbono e trasformano lo spazio di perdono e guarigione, sono in continua mutazione.

1 Piccoli Soli d'Argilla Custodiscono Semi 1mqdb Arte Involontaria Studio Mezzanine Living

2 Piccoli Soli d'Argilla Custodiscono Semi 1mqdb Arte Involontaria Studio Mezzanine Living

3 Piccoli Soli d'Argilla Custodiscono Semi 1mqdb Arte Involontaria Studio Mezzanine Living

4 Piccoli Soli d'Argilla Custodiscono Semi 1mqdb Arte Involontaria Studio Mezzanine Living

5 Piccoli Soli d'Argilla Custodiscono Semi 1mqdb Arte Involontaria Studio Mezzanine Living

Terra Amata

Pietre di Memoria, Democrazia della Parola, Magnificenza dell’Operato Umano, Strade di altri Tempi, Terra Amata, Natura Primitiva Insegna. / Sfere Rispetto Pianeta (71/80) – Forse questo vento indica che c’è qualcosa fuori posto. Un tetto per chi ha perso tutto, un letto per chi privato dei sogni. Pietra Bianca e Pietra Nera. Fantasia compagna d’avventura, pane ragusano e pane catanese. Bisogna riconoscere in tempi di manovra il proprio posto per poter adempiere al servizio. (Ibla Visionaria)

imprints of peace verde urbano primitivo ibla visionaria ragusa sicily needs love

71 mediterranean contemporary artist sfere claudio arezzo di trifiletti vision sicily ibla

pietre di memoria ibla visionaria ragusa sicily needs love

72 mediterranean contemporary artist sfere claudio arezzo di trifiletti vision sicily ibla

imprints of peace primitivo ibla visionaria ragusa sicily needs love

73 mediterranean contemporary artist sfere claudio arezzo di trifiletti vision sicily ibla

democrazia della parola ibla visionaria ragusa sicily needs love

74 mediterranean contemporary artist sfere claudio arezzo di trifiletti vision sicily ibla

magnificenza dell'operato umano strade di altri tempi ibla visionaria ragusa sicily needs love

75 mediterranean contemporary artist sfere claudio arezzo di trifiletti vision sicily ibla

terra amata ibla visionaria ragusa sicily needs love

76 mediterranean contemporary artist sfere claudio arezzo di trifiletti vision sicily ibla

pietre di memoria verde urbano primitivo 1mqdb ibla visionaria ragusa sicily needs love

77 mediterranean contemporary artist sfere claudio arezzo di trifiletti vision sicily ibla

natura primitiva ibla visionaria ragusa sicily needs love

78 mediterranean contemporary artist sfere claudio arezzo di trifiletti vision sicily ibla

natura insegna verde urbano primitivo felce ibla visionaria ragusa sicily needs love 1mqdb

79 mediterranean contemporary artist sfere claudio arezzo di trifiletti vision sicily ibla

1mqdb verde urbano primitivo pietra bianca ibla visionaria ragusa sicily needs love

80 mediterranean contemporary artist sfere claudio arezzo di trifiletti vision sicily ibla

Una vita semplice

acrylic sicily contemporary artist mezzanine living etna needs love

installazioni arte involontaria mezzanine living l'occhio del pesce

Ho portato un fiore di Araucaria in Arcivescovado. – Tavolo Dieci, bisogna avere memoria per comprendere il presente. La salvezza è affidata ai nuovi arrivati: Scorgere il respiro di un bambino Dà sollievo, vederlo correre coraggio. Rivoluzione è cambiare se stessi. La bellezza dei nostri cuori. Che il Parco della Gentilezza possa essere Benedetto, un nuovo giardino fatto di alberi e siepi, possa sorgere dentro il giardino. Dentro c’è un universo, il sigillo della porta murata. Rispetto ai senza dimora, coraggio di ascoltare senza giudicare, /opportunità. C’è parecchio da imparare, la realizzazione dei talenti. – Felice l’avervi incontrato, l’odore delle rose riporta a ricordi bambini (Balù)

social house contemporary artist

mezzanine living social house contemporary artist in catania

abstract conceptual artist

bene merentibus claudio arezzo di trifiletti

imprints protection world needs love

welcome mediterranean sicily contemporary artist

Se lottassimo per salvaguardare il pianeta, inutile dire che il resto sarebbero tutte chiacchiere. Scusate, Buon Natale a tutti. Diventa necessità cercare compensare, incredibile quanto desiderio d’amore risiede in solitudine. Occhi raccontano, dove il cuore non cessa battere, il respiro rende tutto unico. Distinguere la luce dal buio è il compito, alchimia dell’incontro. Ieri in sogno sono stato risucchiato dalla barca, dentro un vortice d’acqua in mezzo all’oceano non si ha scampo, ma poi una luce, piccola ma potente mi ha tratto in salvo. Distanze sembrano allontanarci, la presenza essenziale resta in noi per vite. Tutto quello che è scritto è una mollica del Mistero, chi sente la strada riconosce parola invisibile, sconosce giudizio, mette prudenza dal coro stonante. La confidenza del Re Mago, il peso dell’Immacolata Concezione nel preservare il Dono. Mi trema la mano, gela il cuore, non si può andare oltre se non in preghiera. Memoria, chi vive di passione viene travolto dalle immagini. La geolocalizzazione non credo sia un problema, l’impatto di inquinamento elettromagnetico dato dall’imprudenza di questa società evoluta, il continuo lancio di satelliti per costruire una griglia intorno Madre Terra, credo sia un sacrilegio nei confronti di tutto il Creato. Campane, ambulanze e fuochi d’artificio, manca Don Vito Corleone sulla luna. Pace e buone feste.

Mezzanine Living

Archivio Fotografico Alessandra Saccà +39 339 5384815 www.alessandrasacca.com

vibrant world arte involontaria

umiltà e volontà

humility and will

Demut und Wille

humildad y voluntad

Artist studio house

casa museo sotto l'etna MIa

contemporary artist in sicily

sicily contemporary artist

Archivio Fotografico Alessandra Saccà +39 339 5384815 www.alessandrasacca.com

arte involontaria

un metro quadrato di bosco spazio zero

corpi d'argilla dipinto d'oro

claudio arezzo di trifiletti spazio fluido

Creazioni Future – Il non essere accettati resta un problema di chi non accetta. In riva al mare, confondo il mio pensare, saranno fiori o foglie, riconosco l’odore delle onde. Mia mi guarda, ha un bastone in bocca, emette suoni che ricercano attenzione. Il tabacco sembra non placare l’esigenza di respirare. Sole, sabbia, oceano, cielo infinito all’orizzonte. Seduta Mia, simbiosi universale dell’affetto, unione di più sentimenti. Molo di Levante, in te si infrangono le medaglie. Amicizia delle stelle, che di giorno sembra niente, tutto vive anche nell’invisibile sentire. Salute al lato sinistro, perché il destro sia saluto al Divino che incontro. Meccanica di un distintivo, prende ordini da un protocollo nel cassetto della causa. Parole astratte e lente prendono tempo per varcare lo spazio, dettato delle impronte. Manifesto verde urbano, rinascita spirituale, riconoscenza della vita, pranzo della sera. Caos prefabbricato non regge al flusso del panettone.

Casa Museo Sotto l’Etna

mediterranean artist

cerchi d'oro piazza giovanni verga Mia

dreams imprints art