Archivio tag: zeitgenössisches Schreiben

Colore sopra colore, cenere, olio e carbone, tratti dell’anima che non cerca riconoscenza, essenza

Torniamo all’antico e sarà un progresso. (Giuseppe Verdi) – Gli squali attaccarono la costa, l’uomo esultò con reti metalliche. L’ossigeno arrivò pari allo zero, costruì nuovi ospedali. La fame si trasformò in delinquenza, edificò altre galere. Il Pianeta entrò in conflitto, aumentarono l’amplificazione e diedero festa. (Mondo Paradossale)

mezzanine living torre anima acrylic claudio arezzo di trifletti arte involontaria

mezzanine living architettura bislacca acrylic claudio arezzo di trifiletti arte involontaria

arte involontaria mezzenine living acrylic claudio arezzo di trifiletti torre anima

sentimentalmente connesso

Cupola di San Giorgio, Emozione di una Rosa, Stazione Ferroviaria di Ragusa, Nella mia fantasia il tè pulisce i sogni. / L’unico titolo che mi riguarda è il contatto, lo scambio di emozione, il riconoscersi. Mi appassiona leggere l’animo degli incontri, apprendere il silenzio che racconta, seguire quel filo che riconduce all’intimo, al personale, lontano dal giudizio (Ibla Visionaria). Padre Nostro Ave Maria – Nel silenzio della preghiera confido le mie paure, nell’intimo del cuore rivivo sensazione. Mi accompagno ad una ruota che scende dalla valle, come acqua penetra, nutre di equilibrio, mette pace nel respiro. (Confidarsi)

ibla visionaria arte involontaria cupola di san giorgio acrylic contemporary world

emozione di una rosa

stazione ferroviaria ragusa sicily needs love

le foglie del tè puliscono i sogni arte del riscatto memoria della pietra mezzanine living

studio contemporary artist in sicily casa museo sotto l'etna

casa museo sotto l’etna

Middle Earth

etna needs love mezzanine living sicily mediterranean island

Etna 08.07.21 Il mio cuore è nelle strade, nei vicoli meno affollati, dentro i canali dei fiumi sotterranei, nel fuoco che arde.  Il tempo di un suono un mondo si realizza, ho un filo da cui tengo d’occhio le stelle. In tutti noi è presente una terra di mezzo.

ghiande di memoria

wife and husband

Senza parole, si stanno smascherando le follie umane. Ci dispiace per l’accaduto di ieri, vi ricordiamo indossare la mascherina, entrare solo in locali sanificati (futuristico). E se il mondo appartenesse alle macchine, anche quando l’invisibile celava orrori e misfatti? Il compito dell’arte sarebbe svegliare coscienze, trovare un codice di conoscenza. Alla scoperta di ogni stella tutto intorno accade rivoluzione. Idee in circolazione.

moglie e marito

moglie e marito

Mi piacerebbe un’indagine fotografica (microcosmo) del Parco più bello che c’è a Catania.

nothing is lost

Quanti giri faccio non saprei, ogni retta è legata a un ricordo, immagini precedono il raccolto, da terra trasforma il rifiuto in speranza, magia della buona poesia, male non reca, prodigio della nascita. Olivette albero difronte carcere S.Agata, figliola promessa al Cristo. Seme per seme sogno cava Terre di Martorina. Piatti ritrovati a Siracusa, intensa serata passata in compagnia di Aldo e Claudio, onde Aretusa mantengono armonia al chiaro di luna. S.Lucia

Olivette di Sant'Agata

Olivette di Sant’Agata

Orgogliosi gironzolano monopattini, banchi girevoli, mascherine, prosciutti pornografici e mortadelle biodegradabili. Chi detiene gocce di verità stia cauto, le gabbie dell’inganno travestite da show narrano opinioni, famiglie in disgregazione, case custodiscono un segreto svelato, la storia stravolta ritira eroine dalle piazze, demagogia fa leva su menti senza vela. Fermo il mondo, impassibile sotto scacco da un pensiero artefatto. Ostaggio della parola priva di contenuto, vorrei ma non posso, fragile si leva la foglia dal ramo, stanco inerme riflette. Rosso, verde, bianco e azzurro, il cielo e il mare risentono di una terra usurpata, abbiate pietà di un drago che non ha più desiderio di volare, tanto meno che bruciare, intorno regna mediocrazia che sfida la via. Sentiero urto, privo di qualsiasi conseguenza non prevista dal sistema, conoscenza priva di coscienza, le macchine hanno clonato l’essere umano.